L’Italia torna ad attrarre investimenti esteri e rientra rientra finalmente nella Top Ten mondiale dei Paesi più attrattivi per i capitali stranieri; il merito è soprattutto di Industria 4.0. L’indice di attrattività circa gli investimenti di capitali da Paesi Stranieri – il Foreign Direct Investment Confidence 2018 – è stato elaborato come ogni anno dai consulenti di At Kearney.

Rispetto alla graduatoria dello scorso anno l’Italia fa non solo torna ad attrarre investimenti esteri grazie al 4.0 un balzo in avanti di tre posizioni e passa dal sedicesimo al decimo posto: va sottolineato che nessun’altra economia UE ha saputo avanzare di così tanto.

Industria 4.0 è sicuramente il fenomeno più importante dietro a questo successo italiano spiegano i ricercatori. e’ evidente che il Piano nazionale di innovazione lanciato nel gennaio del 2017 per digitalizzare i processi, incrementare la produttività e le nuove competenze nelle imprese italiane non solo mira ad aumentare la competitività, ma funziona anche da catalizzatore degli investimenti stranieri.

Il 4.0 si è  inoltre accompagnato a una perdurante capacità delle imprese italiane di aumentare l’export sui mercati globali e alla crescente presenza nel nostro Paese di start-up e aziende innovative.

E’ presto per tentare di quantificare in miliardi di investimenti stranieri quello che l’Italia potrà incassare. I dati ufficiali del 2017 saranno disponibili soltanto tra un mese e potranno fornire una prima indicazione su quanto l’Italia abbia recuperato in attrattività. Nel 2016, nel nostro Paese affluirono capitali stranieri per circa 30 miliardi di dollari: tanti quanti la Francia, e più della Spagna e delle Germania.

Al momento l’Italia è appena rientrata nel limite della top ten ma è anche salito il inostro Pil dopo anni; contiamo dunque che perduri la spinta positiva del 4.0 e che si possa continuare ad attrarre capitali dai paesi stranieri.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here