4.0 e cybersicurezza. Il progetto dei competence center, o comunque il suo metodo, si allarga ed esce dal territorio italiano. Recentemente infatti è stato pubblicato dalla Commissione Europea un invito a presentare proposte per un progetto che prevede la creazione di una rete di centri di competenza che abbiano a tema la cybersicurezza in tutta l’Unione Europea.

I consorzi selezionati, che potranno essere costituiti da laboratori universitari e centri di ricerca, dovranno migliorare le ricerche attuali inerenti la cybersicurezza nel mercato europeo e sviluppare soluzioni commercializzabili.

L’esperienza maturata con i progetti selezionati concorrerà alla creazione della futura rete di competenza di cui farà parte un Centro europeo di ricerca e competenza sulla cybersicurezza.

ll progetto appartiene a un’ampio novero di misure finalizzate a dotare l’Europa di una sorta di barriera di sicurezza finalizzata alla protezione dai cyberattacchi ed è finanziato dal programma quadro Horyzon 2020.

Inoltre, sempre in tema di sicurezza, entro il 9 maggio tutti gli Stati membri dovranno recepire la direttiva sulla sicurezza delle reti e dei sistemi informativi. La Commissione ha adottato un regolamento di esecuzione sui fornitori di servizi digitali nell’UE, in particolare servizi cloud, mercati online e motori di ricerca, e sulla gravità degli incidenti di cybersicurezza.

Il bando competence center prevede la presentazione di offerte da parte di soggetti interessati entro il 29 maggio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here