A che livello di presenza è il 4.0 nei punti vendita fisici? Come sono messi nell’accogliere la grande sfida del 4.0? Male, a giudicare da una recente indagine di Capgemini, secondo cui per il 42% degli acquirenti italiani fare shopping in un negozio è un’attività noiosa o insoddisfacente. D’altronde l’autonomia finanziaria di un normale punto vendita non può al momento supportare un budget dedicato e competenze trasversali destinate all’upgrade tecnologico. Quali tecnologie potrebbero cambiare la forma attuale dei negozi? Oltre a cloud computing e big data, aiuterebbero l’intelligenza artificiale, la realtà aumentata e l’Internet of Things, tecnologie che consentirebbero di personalizzare il servizio e l’esperienza di acquisto ma anche di migliorare ulteriormente la conoscenza che le aziende hanno dei propri consumatori.

Il 4.0 nei punti vendita è ancora qualcosa a venire. Rimandare l’upgrade, soprattutto per le grandi catene di negozi fisici, è molto rischioso perché il vero concorrente oggi non è il negozio di fianco ma un acquisto sul grande rivale Amazon che avviene a portata di click e talvolta entro le 24 ore. Mai più negozi da età della pietra spesso sguarniti dei beni che vorremmo comprare e privi di WiFi ed elementi digitali? Sarà la realtà virtuale a farla da padrone? Chi può dirlo. Oggi l’esperienza di internet ci fa scegliere prodotti di cui conosciamo già tutto e forse il negozio è solo un banale punto di ritiro. Il vero cambiamento però è forse legato all’area produzione cui giungerà un input non appena si conoscerà in tempo reale chi è il cliente e quando ha effettuato la scelta. Pagamento e consegna sembrano invece essere i veri punti di forza nell’attuale esperienza di scelta della spesa online e grande è anche il valore aggiunto di un pagamento facilitato che avviene direttamente dai device. Questi sembrano essere finora gli snodi attraverso cui passare. Qual è dunque la nuova strada? Molto sembra essere ancora legato a privacy e dati. O forse no. Staremo a vedere, la rivoluzione è appena iniziata.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.